Venerdì 22 agosto , il ritorno in Italia

Dopo quasi due giorni di tempo non proprio bellissimo e anche abbastanza freddo la mattina si presenta soleggiata. Alla sera avevamo salutato Stefania che dormiva nell'altro B&B perchè l'aereo che l'avrebbe riportata a casa in Campania partiva alla mattina presto mentre la partenza del nostro volo era fissata per il primo pomeriggio. Che fare quindi le ultime 3/4 ore prima di recarci con calma in aeroporto? Massimo voleva comprarsi una maglia della squadra di calcio e quindi con il bus ritornava in centro, cosi' anche le altre ragazze hanno preferito visitare per l'ultima volta la città anche proprio per la bella giornata di sole. Walter, Stefania ed io invece abbiamo fatto visita al grande zoo di Edimburgo che si trova proprio di fronte al B&B che era di proprietà di signori italiani da molti anni però trasferiti ad Edinburgo.
Oltre 1000 meravigliosi animali  da tutto il mondo tra cui molte specie in via di estinzione,fondato nel 1913 occupa un'area di 32 ettari .Lo zoo possiede leoni, tigri, gatti selvatici. bovini delle Hghlands,pinguini, giraffe ,zebre , pantere, orsi bruni,gorilla,otarie, antilopi, ippopotami, cammelli, canguri, rettili e fenicotteri, una voliera immensa e molti altri.Tutti questi animali nei lori recinti più o meno grandi offrono al turista la possibilità di essere fotografati liberamente anche da molto vicino, con solo l'accortezza di non essere disturbati , perche' si tratta sempre di animali  pericolosi come le pantere .Cosi ho fatto anch'io. Con l'ultima pellicola  che mi era rimasta ho fotografato alcuni animali che dal vivo non avevo mai visto .Diciamo che se avessi avuto qualche rullino in più e magari altre due ore di tempo non avrei esitato a scattare numerose  altre fotografie al Re della giungla che se ne stava rannicchiato e assonnato nel suo recinto con le reti protettive  molto alte, o ai pinguini nella loro piscina più grande del mondo.
L'appuntamento era fissato con gli altri verso le 11e 30 proprio davanti al B&B dove il bus navetta per l'aeroporto ci avrebbe accompagnato. Puntuali....come sempre carichiamo le nostre valigie e un quarto d'ora arriviamo al terminal.
Era decisamente presto per l'imbarco ma così abbiamo avuto il tempo per mangiare, per consegnare le valige e anche per un bel giro al Duty free.
Partiamo perfettamente in orario da Edimburgo e in un ora facciamo  scalo a Londra per cambio di aereo. Adesso non ricordo bene ma mi pare che l'attesa per la coincidenza con il nostro volo per Venezia sia stata abbastanza lunga .Anche se non potevamo uscire da una determinata area dell'aeroporto c'è stata la possibilità di terminare le ultime sterline,o meglio qualche soldo in moneta che in Italia non avrebbe avuto valore in un bar all'interno del terminal.
Stiamo lasciando la terra inglese dove abbiamo vissuto per nove giorni. Quale e' il ricordo migliore di questa vacanza?
Sicuramente l'aver visitato città e luoghi che hanno fatto la storia. Mi riferisco sicuramente ai numerosi castelli scozzesi tra qui  il "Eilean Donan Castle" e quello di "Glamisc" tra i più fotografati e un ricordo particolare va anche all'isola di Skye.Un ricordo  affettivo non posso non averlo per aver rivisto dopo quasi  un anno Elisabetta e Gavin a cui sono molto legato e li ringrazio ancora per la loro disponibilità nell'accoglierci e nel prenotarci i B&B.
Lascio per ultimi ma non per questo meno importanti gli amici turisti che hanno viaggiato con me in Scozia. Alcuni come sapete sono gli stessi del viaggio in America del 2001 tra i parchi nazionali delle montagne rocciose,un viaggio bellissimo, molto avventuroso;Li voglio ricordare perchè grazie a loro ho potuto fare questa entusiasmante esperienza di vacanza faidatè. Ogniuno dei componenti aveva degli incarichi ben precisi nell'organizzazione e io credo di aver fatto bene il mio lavoro scegliendo i luoghi e gli itinerari migliori anche se qualche volta forse la strada da percorrere era impegnativa e alcuni spostamenti erano troppo lunghi.
L'arrivo a notte inoltrata all'aeroporto Marco Polo di Venezia, il recupero delle valigie e l'attesa snervante della vettura che doveva accompagnarci al posteggio dove avevamo la macchina di Walter ci ha fatto ricordare immediatamente che praticamente le vacanze potevano considerarsi concluse .
Mi auguro che chi leggerà questo mio racconto , vissuto in prima persona delle mie vacanze ne potrà trarre delle informazioni preziose per eventuali sue vacanze .E che le foto pubblicate siano di Vostro gradimento anche se a volte la qualità dell'immagine o la resa su alcuni monitor non e' delle migliori.