Domenica 12 Agosto 2001

Lasciato il paesino di Boulder il nostro viaggio continua senza sosta verso la California attraversando ora un altopiano in direzione sud ovest dove i raggi del sole di prima mattina  rendono incantato il paesaggio e per me di facile spunto fotografico.Ci stiamo avvicinando a Bryce Canyon National Park.La guida dice che molte persone dopo aver visitato questo paesaggio favoloso non sono più state le stesse...Figure pietrificate da un misterioso incantesimo, oppure, come narra la leggenda, animali feroci che lo Spirito del Coyote ha trasformato in rocce bizzarre e multicolori?

La spettacolare selva di pinnacoli di rossa arenaria del Bryce Canyon ha sempre suscitato nell'uomo fantasie e interpretazioni più diverse.Questo scenario lungo quaranta chilometri , con le sue altitudini che variano da 2000 a 2800 metri  fu fondato nel 1928 dal colono mormone Ebenezer Bryce e i geologi definiscono il territorio una scalinata che scende dal passato raccontando una storia iniziata 70 milioni di anni fa.

Per quanto riguarda le fotografie di questo parco io penso che una giornata intera , dall'alba al tramonto, non sarebbe sufficiente per immortalare simili paesaggi. Vi dico questo perchè di tale vastità e bellezza stiamo parlando: i primi raggi del sole visti da Sunrise point sono una cosa più unica che rara. Sfortunatamente non abbiamo avuto la possibilità di arrivare quì in alto così presto quella mattina,ma e' stata un esperienza indimenticabile lo stesso vedere questi pinnacoli disegnati dal vento e disposti a raggiera . 

La giornata non e' ancora finita; lasciato le montagne di Bryce ci dirigiamo nuovamente a sud.Quasi duecento chilometri  della UH 89 su una strada panoramica all'estremo sud dello Utah.Incontriamo numerose macchine e caravan con il traino.Tutti hanno o la barca o le moto d'acqua.Siamo diretti a Page,all'estremita' inferiore del lago Powell già in territorio dell'Arizona.

Ci troviamo infatti nella Glen Canyon Recreation Area da dove solo dall'alto l'occhio puo' spaziare sul lago lungo 300 km e con 3200 km di coste.Il lago porta il nome del primo esploratore nel 1869 quando però esso non esisteva ancora .La sua nascita risale infatti al 1956 quando fu costruita la Glen Canyon Dam, una delle dighe più alte del mondo che regola le acque del fiume Colorado in Arizona.

Anche quì a Page senza difficoltà troviamo da dormire al Empire Hotel .La sera visitando la città mangiamo in ristorante con cucina italiana.